Pasta Young, la pasta proteica e funzionale

Oggi dedico i miei articoli a un prodotto che ho provato per voi (anzi, a più prodotti) e che si chiama Pasta Young. Una premessa: sono da sempre interessata agli alimenti cosiddetti funzionali, ovvero a quegli alimenti che si stanno facendo spazio nel mercato perché alla versione tradizionale aggiungono una serie di nutrienti con determinate caratteristiche.

Pasta Young mi è subito piaciuta e per questo motivo, dopo aver visto la pubblicità, sono andata sul sito e ho deciso di provarla. Posso parlarne solo bene.

Esistono ben quattro linee di Pasta Young, pensate per esigenze diverse: una pasta proteica e low carb adatta sia alle diete proteiche low carb, sia alle diete chetogeniche, sia alle chetogeniche ad alto contenuto di grassi, ovvero la Pasta Young High Protein; due diversi tipi di pasta pensati per la dieta Zona (una completa di amminoacidi ramificati!), ma validi anche per la dieta flessibile in stile IIFYM, la Pasta Young BCAA Zone e la Bean Zone; una pasta ad alto contenuto di fibre perfetta per chi deve mantenere il peso corporeo, la Fiber Plus.

Tutti questi prodotti sono vegan e a basso indice glicemico. Tengono straordinariamente la cottura, meglio di ogni pasta integrale o tradizionale. Sono gustose e a differenza di molte concorrenti, simili alla pasta. Sono pasta. Un tipo di pasta speciale, capace di saziarti con soli 50 grammi.
Per fare un articolo completo, ho deciso di creare delle ricette per ogni tipo di pasta, parlandovi dei loro pregi.

Tutte le varietà di Pasta Young sono pensate in particolare per la nutrizione e integrazione sportiva, ma sono perfette anche per chi deve seguire una dieta a basso indice glicemico, deve dimagrire o mantenersi in forma. Il costo non è proibitivo rispetto alle paste integrali che trovate dal biologico, certo è maggiore rispetto alla pasta da supermercato.

Ma rispetto agli ottanta o cento grammi, bastano 50 grammi di questa pasta per saziarvi, e al tempo stesso permettervi di tenere sotto controllo i carboidrati.

La mia preferita è la Pasta High Protein, che credo comprerò spesso. Innanzitutto, è una pasta che mi rende più facile arrivare al mio fabbisogno proteico senza bisogno di integrazione con proteine in polvere. E’ molto digeribile, a differenza delle proteine in polvere, ahimè. Si può mangiare persino in dieta proteica o chetogenica senza uscire dallo stato di chetosi.

Infatti, una porzione di 50 grammi di pasta High Protein fornisce 15,5 grammi di carboidrati. In una normale dieta cheto, i carboidrati totali giornalieri devono essere inferiori a 20 grammi se siamo in forte restrizione, 40 o 50 grammi di norma. Questo ci permette di mangiare una porzione di questa pasta e continuare a dimagrire in cheto.
(SEGUE A PAGINA DUE)



Chiudi il menu