Perché hai il metabolismo basale basso?

Perché hai il metabolismo basale basso? Ma soprattutto, che caspiterina è il metabolismo basale? Il metabolismo basale è quel tot di energia che il corpo brucia stando in condizioni di assoluto riposo, ma escludendo ogni genere di attività, anche dormire o stare seduti. E’ l’energia minima che il corpo brucia allo scopo di mantenersi in vita, e cambia a seconda di alcuni parametri: il peso, il genere (le donne hanno un metabolismo basale più basso degli uomini), l’altezza, l’età influiscono sul metabolismo basale. Ma c’è un altro fattore importante da tenere in conto se hai il metabolismo basso. Ovvero la massa. C’è infatti una correlazione tra metabolismo basale e massa corporea di cui si parla da decenni, ma di cui finora si ignoravano i meccanismi. Adesso, uno studio multidisciplinare a opera della Universidad Politécnica de Madrid y e della Queen Mary University of London ha chiarito il motivo per cui il metabolismo basale dipende, in parte, dalla nostra massa corporea e le differenze tra umani, animali, piante e insetti. 
Se un uomo adulto infatti consuma una caloria l’ora per mantenersi in vita (a una temperatura di 20° centigradi), un elefante ne consuma mezza, e un topolino ben 70! Come si spiega questa disparità?

I ricercatori la spiegano con un nuovo modello che tiene conto sia dell’attività termogenica del corpo (cioè l’energia che viene dissipata in calore, e che dipende anche dalle condizioni climatiche in cui si vive) che il metabolismo basale dipende sia dalla massa corporea che dalla capacità del corpo di dissipare energia in calore. La correlazione tra massa e metabolismo basale viene spiegata sia con il maggior numero di cellule coinvolte che con la loro capacità di respirazione mitocondriale.
Quindi sia la capacità termogenica del corpo che la sua massa incidono sul metabolismo basale.
In parole povere: per aumentare il metabolismo basale occorrerebbe fare due cose.
Number one: aumentare la nostra capacità termogenica. Per esempio evitando di vestirci eccessivamente quando fa freddo, mangiando alimenti piccanti e spezie come la cannella, mangiando alimenti proteici a ogni pasto, aumentando la nostra Neat, di modo da aumentare anche il dispendio energetico giornaliero in modo spontaneo. Scopri qui cos’è la Neat.
Number two: migliorare la nostra composizione corporea e la nostra capacità mitocondriale con un’attività fisica moderata, che si attesti attorno alle due-tre ore di attività settimanale, unita a lunghe camminate. E al tempo stesso riducendo lo stress ossidativo, per esempio con una dieta antinfiammatoria e con la riduzione di ogni fonte di eccessivo stress. Una dieta antinfiammatoria è una dieta ricca di frutta e verdura di stagione, varia, bilanciata, con tre porzioni di pesce azzurro o pesce settimanali, legumi, adeguata idratazione.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!