Perdere una taglia con la dieta dei 6 giorni

Come perdere una taglia, ovvero 4-5 chili, con un piano alimentare equilibrato che non ci faccia sentire i morsi della fame e ci permetta di proseguire la dieta senza perdere la motivazione? Questa dieta dei 6 giorni di Woman’s Day ci può ispirare: ci lascia un giorno a settimana di alimentazione libera (attenzione: non abbuffata libera): contiene 4 pasti al giorno (colazione, pranzo, merenda e cena) e ha un piano facile che ci permette di spaziare a volontà e adattarsi alle nostre esigenze.

PERDERE UNA TAGLIA CON LA DIETA DEI 6 GIORNI
Piano della dieta dei 6 giorni:
da lunedì al sabato, con alcuni consigli per non mangiare troppo di domenica. 
Colazione da 300 calorie, pranzo da 400 calorie, merenda da 150 calorie e cena da 500 calorie, ideale per chi deve seguire un regime bilanciato da 1350/1400 calorie in accordo con il proprio medico curante.

COLAZIONE: 300 CALORIE. Caffè o tè senza zucchero (permessi i dolcificanti senza calorie) più
1) Tre fette biscottate integrali farcite con una crema composta da 130 gr di mela cotta (pesata a crudo) con cannella e frullata con 10 grammi di burro d’arachidi o di mandorle + una confezione di yogurt greco scremato o uno yogurt alla soia da 125 gr.
2) Un centrifugato di cetriolo e due mandarini o un’arancia media con zenzero fresco, un uovo alla coque, una fetta di pane integrale tostata e imburrata con un cucchiaino di burro
3) 150 gr di ricotta light o fiocchi di latte scremati, frullati con cannella, un cucchiaio di miele e 2-3 prugne o albicocche secche precedentemente ammorbidite in acqua (o in alternativa 100 grammi di banana)
4) 200 ml di latte scremato o di soia in cui abbiamo fatto bollire 20 grammi di fiocchi di avena integrali, 20 gr di noci o mandorle o farina di cocco, cannella a piacere, dolcificante a piacere. Da servire con 100 gr di mela, pera o kiwi tagliati a pezzi.
5) una confezione di yogurt greco scremato con una pesca/prugna/kiwi da 150 gr tagliato a pezzi, un cucchiaino di miele, 10 mandorle tritate (o pistacchi). (SEGUE A PAGINA DUE)