Quattro modi per perdere peso senza contare le calorie

DSC_9900cGeorgie Fear, personal trainer americana dalla forma invidiabile ed esperta in nutrizione nonché titolare della One by One Nutrition Habit, insegna alle persone a raggiungere il loro peso forma acquistando una buona abitudine alla volta, anziché stravolgere completamente la loro vita. Questo permette ai suoi clienti di perdere peso e mantenerlo, imparando come mangiare correttamente, in una società dove essere magri e atletici e in forma è considerato il desiderio di tutti, ma dove solo il cinque per cento della popolazione riesce a realizzare in modo stabile e definitivo questo desiderio. In una trasmissione radio Georgie Fear ha spiegato come si può perdere peso senza contare le calorie e impazzire dietro le porzioni, le diete usa e getta, l’ago della bilancia, una vita sociale ridotta all’osso perché non ci sentiamo a nostro agio con il nostro corpo e pratiche dannose per la salute. Perché le calorie non sono importanti per la perdita di peso? Perché contare le calorie (o i macronutrienti) è stressante per le persone e le allontana da un approccio naturale e istintivo con il cibo, che dovrebbe essere regolato secondo i sensi della fame/della sazietà. Secondo Georgie è questo approccio a dover essere ristabilito se vogliamo perdere peso, mentre se pensiamo al cibo in termini di calorie tenderemo ad avere sempre più fame e sempre meno controllo sulla fame.
4 MODI PER PERDERE PESO SENZA CONTARE LE CALORIE SECONDO LA PERSONAL TRAINER E NUTRIZIONISTA GEORGIE FEAR
1) Mangia quando hai fame: una delle cose più comuni alle persone che vogliono perdere peso è di mangiare quando non hanno fame, con la conseguenza di ritrovarsi a mangiare sia quando hanno fame che quando non ne hanno. Focalizziamoci sui motivi per cui mangiamo: abbiamo sempre fame o mangiamo per noia, per distrarci da una brutta giornata, perché siamo al ristorante, perché non sappiamo cos’altro fare davanti alla tv? Cerchiamo di mangiare a orari prestabiliti, cercando di variarli anche solo di 15 minuti se non abbiamo davvero fame ma lo facciamo solo per abitudine.
2) Limita i cibi industriali: molto spesso scegliamo di mangiare cibi pronti al supermercato o comunque lavorati artificialmente: cibi impanati, cibi confezionati, salse e condimenti, gelati e surgelati, zuppe in scatola o cibi in scatola. Niente di questo è salutare, al massimo può limitarci il tempo passato davanti ai fornelli, ma aumenta i nostri problemi di linea. Più il cibo è naturale, più tenderemo a perdere peso perché la nostra alimentazione sarà salutare.
3) Smetti di mangiare quando sei pieno: spesso anche il boccone in più riduce il nostro senso di sazietà, che a livello ormonale si traduce in una maggiore resistenza alla leptina.
4) Mangia solo ai pasti principali: Georgie spiega che mangiare in modo soddisfacente e il più possibile naturale (sì cibi integrali, cereali integrali, carni, pesci, uova, frutta, verdura e legumi, latte intero, formaggi magri, noci e semi, no a cibi confezionati, insalate in busta, carni lavorate, pesci in scatola o lavorati, zuppe di legumi in scatola, succhi di frutta) per tre volte al giorno riduce la fame nervosa e di conseguenza la tentazione di fare snack. Lo snack spesso è un pretesto per mangiare dolciumi, ma se abbiamo mangiato in modo soddisfacente a pranzo e a cena avremo meno fame tra un pasto e l’altro.

Chiudi il menu