Salute intestinale, 6 modi per migliorarla

Sei modi per migliorare da subito la propria salute intestinale, e, aspetta, non sono sei consigli qualunque. Non perché vengono da una nutrizionista australiana, Lee Holmes, specialista in flora batterica e patologie correlate; ma perché non sono consigli che ci aspetteremmo. Non si tratta infatti di assumere probiotici o il giusto quantitativo di verdure crude a ogni pasto, né di bere estratti particolari o mangiare qualche supercibo dalle proprietà eccezionali.
Niente di tutto questo. Lee Holmes spiega come migliorare la propria salute intestinale in modo unico.

6 MODI PER MIGLIORARE LA PROPRIA SALUTE INTESTINALE
1) Fatti uno scrub sulla pelle asciutta. Cosa c’entra la pelle con l’intestino? Ebbene, la pelle è un emuntore del nostro corpo, ovvero”butta fuori” determinate sostanze di scarto, esattamente come i reni o l’intestino. Intestino e pelle sono strettamente connessi, e tutte le persone con pelle problematica lo sanno. Farsi uno scrub prima della doccia, sulla pelle perfettamente asciutta, con una semplice spazzola a setole morbide e movimenti circolari su tutto il corpo dal basso verso l’alto (partendo dalle gambe) è un modo per aiutare il sistema linfatico, drenare il corpo e migliorare di riflesso la nostra salute intestinale, riducendo anche lo stress. 
2) Combatti lo stress:
gli ormoni dello stress alterano negativamente la nostra flora intestinale. Quando siete stressati, avete la pancia gonfia, non digerite nulla, mangiate più dolci. Secondo la Holmes, lo stress è il nemico numero uno di chi vuole equilibrio e forma fisica. Passeggiare, dormire di più, meditare e fare yoga sono i suoi consigli. 
3) Evita i dolcificanti:
causano gonfiore intestinale, perché creano fermentazione, impedendo al corpo di digerirli correttamente. Inoltre, a parte la stevia, sono pochi i dolcificanti naturali, e molte alternative light sono ricche di additivi dannosi per la nostra salute intestinale. Da evitare. Meglio zuccherare poco, solo quando serve, che essere fanatici dei dolcificanti.
4) Aumenta le fibre:
ok, questa è meno insolita. La Holmes raccomanda di aumentare le fibre solubili nella dieta. Da psillio, fiocchi di avena, bacche, tuberi, lenticchie e buona parte di frutta e verdura.
5) Idratati: avere il giusto grado di idratazione è importante, perché bere acqua, special modo lontano dai pasti, potenzia la nostra efficacia digestiva. 
6) Mastica e non mangiare velocemente:
bere il cibo, cioè ingurgitarlo senza masticarlo, mangiando molto di fretta, è il modo migliore per favorire il gonfiore intestinale. La prima digestione avviene nella bocca, e migliora il modo in cui il cibo viene assimilato e assorbito. Grossi bocconi di cibo nell’intestino sono infatti difficili da “smantellare”, e possono creare flatulenza, stipsi, affaticamento, oltre a saziarci di meno.

error: Content is protected !!