Scorpacciata di dolci, come disintossicarsi dopo e perché farlo?

SCORPACCIATA DI DOLCI: COME RIMEDIARE ALLO SUGAR BINGE?
– Innanzitutto lavatevi subito i denti: è una cosa da fare per più ragioni, e non solo per evitarsi la carie. Pulire la bocca ci permette di eliminare quel retrogusto dolce e persistente che fa abituare le nostre papille gustative al sapore dolce. Inoltre, anche psicologicamente ci spinge a chiudere la parentesi del dolcetto, come se avessimo finito un pasto. Difficilmente una volta che vi siete lavati i denti vi verrà voglia di tornare a mangiarne. Se amate le tisane, via a una tisana con cannella e menta piperita.
– Assumete un probiotico: fate uno spuntino a base di yogurt greco o bevete del latte di kefir. Per i vegani, acqua di kefir o una porzione di tempeh ripassato in padella con le verdure. Sono dei modi per tenere a bada il gonfiore intestinale con l’azione probiotica dei fermenti, controbilanciando i danni di un eccesso di zuccheri.
– Evitate alcol e carboidrati, ma anche un eccesso di grassi, durante il resto del giorno: nei pasti successivi è meglio concentrarsi su proteine magre (tofu, tempeh, yogurt scremato, carne magra o pesce) e sulle verdure, special modo in foglia. In questo modo controbilanciamo gli effetti dell’eccesso di zucchero, stimolando diversamente l’insulina, ci saziamo con le proteine, introduciamo poche calorie, aiutiamo il fegato.
– Fate una bella camminata: camminare è la cosa che più consiglio (dopo esservi lavati i denti) per aiutare il corpo a ripulirsi dall’eccesso di zuccheri. Ci si mette in moto, si aiuta la digestione con un’attività aerobica a basso impatto, che ci allevia moltissimo lo stress e riduce il gonfiore addominale.

Chiudi il menu