Categorie: Notizie

Ti piace mangiare dolci? Fallo prima di pasto

Ti piace mangiare dolci? Hai un debole per cioccolata, torte e biscotti che ti rende difficile seguire una dieta dimagrante senza sgarrare?
Secondo un recente studio, mangiare dolci all’inizio del pasto e non alla fine, può essere un modo per assumere meno calorie nel corso della giornata.

Un gruppo di ricercatori ha infatti notato che le persone che amano i dolci possono includerli nella dieta a patto di iniziare con un dolce il pasto.
Mentre noi siamo abituati a pensare al dessert come a qualcosa che chiude un pasto, iniziare il pasto dal dessert può essere invece un trucco efficace per perdere peso.

Al contrario, i ricercatori hanno scoperto che chi a fine pasto tende a scegliere un dessert, anche ipocalorico o molto piccolo, per premiarsi e non sgarrare la dieta, finisce per avere più fame e sentirsi più sacrificato nelle scelte, con il rischio di sgarrare magari il giorno dopo.

Dunque i dolci ipocalorici o le piccole porzioni di dolce non aiutano chi sta a dieta.
Al contrario, iniziare il pasto con una porzione del dolce che si ama di più permette di mangiare molto meno successivamente, e sentirsi gratificati.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Experimental Psychology: Applied.

Ma come applicare questo trucco nella vita di tutti i giorni?
E’ impossibile chiedere, soprattutto a noi italiani, di iniziare il pasto con una fetta di cheesecake al posto del primo piatto o comunque di un pasto salato. Esistono però due possibili soluzioni che altri studi hanno stabilito essere efficaci, e che sono in linea con i risultati di questo studio.

COME MANGIARE DOLCI SENZA SGARRARE LA DIETA

Le soluzioni.

Soluzione numero uno. Mangiare dolci a colazione.

Prepararsi a casa o comprare un dolce che amiamo in particolar modo, ma riservarlo al momento della colazione, può essere una maniera per mangiare molto meno nel corso della giornata. Un esempio è quello della Dieta della Torta. A colazione si mangia un dolce da circa 350-400 calorie, per esempio un cornetto grande alla crema o nutella.
A pranzo e a cena si mangia meno, ma sono presenti degli spuntini nel corso della giornata. Questa dieta è molto semplice da seguire e permette di riuscire a dimagrire senza sacrifici. Per chi ama il cioccolato, un’altra soluzione può essere la dieta del Cioccolato del dottor Sorrentino. 

Soluzione numero due. Mangiare dolci al posto del pranzo

Un dolce come una cheesecake o una porzione di tiramisù possono sostituire un pasto, quello del pranzo o quello in cui si mangiano più carboidrati.
Può essere preceduto da una porzione di verdure crude, come un pinzimonio o un’insalata. A cena si mangiano le proteine, con una porzione di carne  o pesce da 130 grammi o due uova o un piatto di legumi e una porzione abbondante di verdure condite con poco olio. A colazione, uno yogurt magro, un caffè e un tè e una fetta di pane con un cucchiaino di marmellata. Per spuntino, un piccolo frutto a metà mattina e a cena.
Questa soluzione può essere fatta anche due volte o tre volte a settimana, senza però che rovini la dieta.

Eleonora Bolsi

Diplomata in bio-nutrizione con la qualifica di coach di nutrizione e benessere, sono independent researcher, imprenditrice e scrittrice in tema di diete, nutrizione, alimentazione naturale, disturbi e problematiche relative alla body-image.

Condividi
Pubblicato da
Eleonora Bolsi

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi l'informativa sulla privacy e la cookie policy