Tre benefici del mangiare piccante

Alzi la mano chi ama il peperoncino e il sapore piccante dei cibi. Io sì, anche se con moderazione, ma dopo avere scritto questo articolo probabilmente spezierò molto di più i miei piatti con peperoncino in polvere e paprika piccante. Sì, perché mangiare piccante apporta molti benefici al nostro organismo, a patto ovviamente di non esagerare tanto da rendere immangiabili i nostri piatti. Ecco le tre principali ragioni per cui mangiare piccante è un modo per migliorare la nostra salute.

I 3 PRINCIPALI BENEFICI DEL MANGIARE PICCANTE

  1. Mangiare piccante fa bruciare più calorie: merito della capsaicina, una sostanza antiossidante che reca molti benefici al nostro corpo. Uno tra questi è di stimolare la termogenesi. Vi sarete accorti che quando mangiate del peperoncino piccante sentite immediatamente più caldo. Ebbene, il corpo gestisce lo sbalzo di temperatura interna bruciando più calorie (accade anche con il freddo). Dunque quella vampata di calorie dopo un boccone piccante aumenta di un po’ il metabolismo, favorendo la riduzione del grasso corporeo (fonte).
  2. Mangiare piccante aiuta la circolazione, le articolazioni e riduce il rischio di sindrome metabolica: l’azione antiossidante della capsaicina è tale che esistono persino degli integratori, ma meglio sarebbe mangiare piccante per sfruttare anche le vitamine e i sali minerali di peperoncino e paprika. Tra i benefici di questa azione antiossidante, il miglioramento della salute cardiovascolare, favorendo la vasodilatazione, ma anche benefici metabolici e osteoarticolari (fonte).
  3. Mangiare piccante riduce il desiderio di sale: fateci caso. Un cibo molto speziato può anche essere meno salato, non ce ne rendiamo quasi conto. Questo perché secondo un recente studio, il sapore piccante aiuta la naturale sapidità dei cibi e “informa” le papille gustative, rendendole più attente e recettive del sapore sapido. Questo ci permette di ridurre il consumo di sale!