Una settimana di detox secondo i dottori Lipman e Smith

Una settimana di detox da fare di tanto in tanto, per esempio se ci sentiamo spenti, affaticati e soprattutto gonfi, se vogliamo perdere un chiletto, se abbiamo esagerato a tavola o da un po’ di tempo mandiamo avanti qualche cattiva abitudine di troppo (la sigaretta in più, troppo caffè o sostanze eccitanti, orari sballati, qualche uscita “peccaminosa”): ecco il piano per un “cleanse” gentile a cura dei dottori Franz Lipman e J.J. Smith per depurare l’organismo in soli 7 giorni.

LA SETTIMANA DI DETOX DEI DOTTORI LIPMAN E SMITH
1) Aceto di mele biologico: occorre berne un cucchiaino prima dei tre pasti principali, sciolto in una tazzina di acqua. Aiuta la digestione, riduce la glicemia, riduce il gonfiore e la sensazione di pesantezza.
2) Yogurt greco: una porzione al giorno (150-170 gr), preferibilmente scremata e senza zuccheri aggiunti. Per esempio frullato con una carota e un cucchiaino di olio e servito con fettine di peperone o cetriolo crudo per una pausa pranzo a basso contenuto di calorie; o a colazione con un frutto come un kiwi maturo o della prugna o pesca a pezzi, assieme a un cucchiaio di fiocchi di avena o muesli e un cucchiaino di miele o composta di frutta senza zuccheri.
3) Olio di cocco a cena per aiutare digestione, metabolismo e regolarità: salta le verdure della cena in un cucchiaio raso di olio di cocco, in particolare se hai un metabolismo lento e problemi di stipsi. I grassi a catena media dell’olio di cocco sono grassi saturi sani che aiutano il metabolismo, favoriscono la regolarità intestinale e riducono i fenomeni di gonfiore.
4) Frutta e verdura: usa più frutta e verdura in questi 7 giorni, con delle sostituzioni intelligenti, per esempio:

– riso di cavolfiore o di platano: lessa per pochi minuti 200 gr di cavolfiore (non deve essere sfatto) o per circa mezzora 100 gr di platano verde (o patata dolce). Scola molto molto bene, e frulla grossolanamente nel mixer, fino a ottenere una grana simile a quella del riso. Saltali poi in padella con verdure a scelta e olio di cocco per un pranzo alternativo a pasta e riso.
– chips di verdura: taglia molto finemente delle barbabietole, delle carote, delle zucchine o delle melanzane, mettile in una teglia ben distanziate, su un foglio di carta da forno. Spruzzale con olio spray, o con un mix di poca acqua, olio e aceto di mele. Aggiungi poco sale integrale, spezie a piacere ed erbe aromatiche e mettile in forno a 180-200° per circa 20-30 minuti. Perfette come snack o come antipasto.
– spaghetti di verdura: le puoi ottenere con uno spiralizer, che puoi comprare anche online su amazon. Si tratta di un prodotto che riduce carote, zucchine e patate in spaghetti. Lessali per pochi minuti e condiscili con tonno o tofu a cubetti, verdure e poco olio.
– gelato di frutta: un sorbetto goloso che puoi ottenere frullando 100 gr di yogurt greco scremato con stevia e 100 gr di frutta surgelata a tua scelta.
5) Occhio alle proteine: per una settimana prediligi fonti di proteine magre come base dei tuoi piatti: 150 grammi di pollo o tacchino parte magra, 100 gr di vitello o tonno al naturale o pesce bianco, una omelette di albumi, dello yogurt greco scremato o dei fiocchi di latte scremati. Aggiungi tu la giusta quota di grassi: un cucchiaio di olio di cocco o olio extravergine di oliva a crudo sono più che sufficienti e ti permetteranno di poter mangiare un pugnetto di mandorle o pistacchi durante il giorno senza esagerare con la quota di grassi giornaliera. Uno schema tipo può essere il seguente:
– Colazione: coppa di yogurt greco scremato e frutta o omelette di albumi con frutta.
– Pranzo: riso di cavolfiore con tocchetti di tempeh e verdure o shirataki di konjac con zucchine, tocchetti di pollo e olio di cocco o una patata piccola al cartoccio con un uovo in camicia e verdure. Tisana sgonfiante a scelta.
– Cena: pesce al vapore o insalata di legumi con verdure saltate in poco olio di cocco o crema di yogurt greco con verdure e chips di verdura.
Prima dei pasti: aceto di mele un cucchiaino
Tra un pasto e l’altro: un pezzetto di cioccolato fondente o 10 mandorle o 15 pistacchi; un frutto piccolo. Max 2-3 snacks al giorno.
No ad alcol, zuccheri aggiunti, prodotti confezionati e troppo elaborati.

Approfondimenti:
La dieta sgonfiante della dottoressa J.J. Smith
La dieta sana del dottor Lipman

La dieta detox e l’acqua “sassy” Pancia piatta subito? Provare con la "sassy water". Cinthia Sass è stata l'inventrice di un'acqua utilizzata in una dieta detox, ovvero disintossicant...
Dieta detox: tre esempi secondo i dietologi Sulle diete disintossicanti o diete detox, capaci di depurare il corpo dalle tossine, se ne dice ogni giorno una diversa: sarà vero ad esempio che il ...
Frullato detox al tè verde e sedano Stampa Frullato detox al tè verde e sedano Autore: D. Tipo di ricetta: Frullati e tisane Tempo di preparazione:  10 Minuti ...
La dieta “juice color” del dr. Porzio Di recente un ennesimo studio sulla dieta aveva sancito che mangiare più frutta e verdura non fa dimagrire: i ricercatori erano evidentemente dei birb...